Una domenica a Ceresola 2019 - Millenovecentoventuno

Vai ai contenuti

Una domenica a Ceresola 2019

I racconti dei nostri viaggi > I nostri viaggi del 2019
In moto col papà

Oggi, domenica 24 marzo, io il mio papà e i ragazzi del Club di cui fa parte, il Millenovecentoventuno, siamo andati a fare un bel giro a Ceresola.
Il Millenovecentoventuno è un Club di Guzzisti, anche se papà ha una BMW, infatti è soprannominato Marco BMW.
Il ritrovo è come sempre al bar Passion per le 10; la giornata è bella, c’è il sole e non fa freddo, ci aspetta una bella passeggiata sulle colline bergamasche.
Al nostro arrivo parte del gruppo è già presente, Malanchini, Camion e sua figlia, Siadow, Tenerone e altri del gruppo. Dopo poco arriva anche Barone con la sua Guzzi e la Franci.
Il tempo di un caffè e il gruppo è completo: siamo 11 moto. Si parte!
Partiti... il viaggio non dura molto però, dopo appena 9 Km siamo già fermi, motivo: i 100.000 Km della Guzzi di Barone. Allora fuori bottiglie e in mezzo alla
strada si festeggia!!
Ripartiamo verso Ceresola io e papà ad aprire la strada e dietro tutto il serpentone di moto, direzione Trezzo, Madone e via verso la Val Brembilla, svallichiamo per raggiungere Ceresola.
Lungo la strada, qualcuno punzecchiava papà, e quando succede… abbiamo saltato la
deviazione e così siamo dovuti tornare indietro per imboccare la strada giusta.
In ogni caso, belle strade e andatura tranquilla, a parte un paio di strappi in cui mi sono dovuta aggrappare a papà.
Quasi arrivati a destinazione abbiamo incrociato Marco, il Presidente del Club, con il suo sidecar, Guzzi (ovviamente), che è dovuto partire dopo di noi.
Arrivati a Ceresola, Camion, Rebecca (sua figlia) ed altri, che hanno fatto un’altra strada, erano già sul posto seduti fuori a bere l’aperitivo, che il gestore della trattoria ci aveva preparato, così parcheggiate le moto, ci siamo uniti a loro; e dopo... tutti a tavola!
Il gestore, che è un signore simpatico e avevo già conosciuto l’anno scorso ha iniziato a portare il bere e gli antipasti. Io ho ordinato la pizza, che come ricordavo era davvero buonissima. A seguire 3 piatti di primo, 2 di secondo e 2 se non di più di dolci. Tutto buonissimo a detta dei ragazzacci.
Il tempo vola, e quel pranzetto si è portato avanti molto più di quello che ci si aspettava, quindi nel primo pomeriggio Barone, io, papà e la Franci siamo tornati verso casa, mentre gli altri partiranno più tardi.
Bellissima giornata, bella compagnia di caciaroni; un giorno mi piacerebbe rifare tutti questi giri e di più; si, ma con la mia moto!!
W la Guzzi e il BMW del mio papà!!

Fede
GRAZIE MAMMA CHE MI HAI FATTO GUZZISTA!
Torna ai contenuti